Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘La cruna dell'ago’ Category

La cruna dell'ago

Recensione a cura di Anna M

E’ difficile recensire uno dei più grandi capolavori di Ken Follett, ossia “La cruna dell’Ago”, senza avere il timore di non esserne all’altezza, di non riuscire a descrivere ed esaltarne le grandi qualità. Basti solo pensare che il “Los Angeles Times”, commentando l’opera, ha dichiarato: “Vi fermerà il cuore, vi gelerà i nervi… straordinario.” E, in effetti, in questo libro la suspense è assicurata: il thriller cattura completamente l’attenzione del lettore fino all’ultima pagina, per poi lasciarlo solo a rimpiangere di aver già terminato questa piacevole e intrigante lettura.

Nel capolavoro, ambientato durante la seconda guerra mondiale, si racconta la storia del Die Nadel, ossia l’Ago, nome in codice di una spia nazista dell’Abwehr, scelta personalmente da Hitler, che vive in Inghilterra sotto mentite spoglie. Tra le sue identità, vi è quella di Henry Faber, impiegato delle ferrovie, e del signor Baker, commesso viaggiatore. Spietato e astuto, l’uomo deve il suo nome alla peculiarità di uccidere le sue vittime infilzandole con uno stiletto nel petto, centrando direttamente il cuore. Molte spie tedesche hanno fallito il loro compito e sono state smascherate. L’Ago, invece, è l’unico a passare inosservato e a scoprire una messa in scena organizzata dagli alleati: è stata allestita una finta armata nella regione dell’East Anglia al fine di catturare l’attenzione dei tedeschi, distogliendola, così, dalle coste della Normandia, dove tra poche settimane dovrà avvenire lo sbarco.

Il segreto degli alleati è in pericolo: se il Die Nadel riuscisse a raggiungere la propria patria e a rivelare la propria scoperta, il D-Day fallirebbe, e le sorti dell’intera guerra sarebbero così ribaltate. Portare a termine la sua missione non è semplice, poiché l’uomo, per via di alcuni omicidi commessi, è stato identificato dall’ispettore Frederick Bloggs di Scotland Yard, e da Percival Godliman, uno storico medievale ricontattato dai servizi segreti britannici.

Riusciranno a fermare l’Ago? In questa caccia all’uomo, fondamentale sarà la presenza di una giovane donna, Lucy, che vive in una piccola e deserta isola in compagnia del marito David e del figlioletto Jo. Dopo aver perso entrambe le gambe in un incidente stradale, David è un uomo distrutto dal rimpianto di non aver avuto la possibilità di combattere per la sua patria come pilota della Royal Air Force. Preferisce, così, scaricare tutto il suo rancore sulla moglie Lucy, trattandola con disprezzo e scoraggiando ogni suo tentativo di avvicinamento. In questo complicato contesto familiare verrà a trovarsi, suo malgrado, il Die-Nadel. L’ispettore Bloggs e i suoi collaboratori non possono permettersi alcun errore: l’Ago è un nemico che non va assolutamente sottovalutato, un uomo straordinariamente abile e affascinante, tanto che finisce per farsi amare dal lettore. Infatti, leggendo l’opera, si rischia di tifare nel proprio intimo per la spia tedesca, forse stregati da un protagonista crudelmente magnetico.

Read Full Post »