Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Tamara’ Category

Con gli occhi sbarrati

Recensione a cura di Tamara

“Voglio raccontare al mondo la mia esperienza. Voglio che tutti sappiano che cosa vuol dire vivere paralizzati su un letto, senza potersi muovere nè parlare, con i medici che dicono che non capisci niente! Voglio farlo per aiutare me stesso, le persone come me e i loro familiari”. E’ nato così, con la sua diretta testimonianza, il libro ” Con gli occhi sbarrati”, che ricostruisce, passo per passo, l’intera vicenda di quello che è stato soprannominato il “Terri Schiavo” italiano.

“Provate a chiudere gli occhi per un attimo e immaginate di non poter più parlare, e nemmeno muovere le gambe. Siete sdraiati su un letto d’ospedale e sentite accanto a voi i vostri familiari che parlano. Vorreste rispondere, ma una mano invisibile vi tappa la bocca. Vorreste fare un cenno per far capire che ci siete, ma catene invisibili vi tengono legati al letto”.
Ecco, Salvatore Crisafulli si sentiva così! Era presente ma non poteva dimostrarlo. Ha vissuto in questo stato per oltre un anno e mezzo, un lungo periodo di tempo, durante il quale solo la sua famiglia aveva capito che lui era cosciente. La maggior parte dei medici che lo visitavano, infatti sosteneva che si trovava in stato vegetativo permanente e i suoi gesti, i suoi tentativi di dimostrare che c’era, erano solo movimenti involontari.

Poi la svolta, ricoverato in un ospedale è riconosciuto cosciente! Salvatore può, finalmente, comunicare i suoi pensieri attraverso un computer: aiutato da appositi sensori, scrive con gli occhi.
E da quel momento ha iniziato a scrivere la sua storia con gli occhi, a dettare le sue sensazioni e i suoi sentimenti! Farlo non è stato facile, Scrivere anche la più semplice delle parole richiede a Salvatore uno sforzo tremendo e tanto tempo prima che riesca a scrivere una frase di senso compiuto!

Nella sua impresa non è stato solo. Se questo libro esiste è perché i suoi due fratelli, Pietro e Marcello, per assisterlo hanno perso il lavoro, non lo hanno abbandonato nemmeno in questo momento. Entrambi hanno trascorso intere giornate seduti accanto al suo letto. Lo hanno fatto perché amano il fratello e volevano soddisfare ogni suo desiderio! Ma, anche perchè tutta la Famiglia Crisafulli è convinta che, raccontando la propria storia, potrà aiutare tante persone che in questo momento stanno vivendo situazioni analoghe alla loro!

Annunci

Read Full Post »