Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Ian McEwan’ Category

chesil beach

Recensione a cura di NadiM

“Chesil Beach” è stato definito il capolavoro di Ian McEwan. In realtà non conosco i precedenti lavori di questo autore, ma non credo sia così sconveniente cominciare dall’ultimo libro di uno scrittore, anche perché se questo ti conquista decidere poi di intraprendere un cammino a ritroso lungo l’elenco delle opere già pubblicate risulta essere cosa piuttosto affascinante. In questo caso, così come per altri, personalmente non ho ancora deciso se inizierò l’affascinante cammino, perciò mi limito a commentare ciò che ho letto.

E’ il 1962. Edward e Florence sono due giovani talentuosi, innamorati di un amore che li porterà naturalmente all’altare. Si rispettano e si apprezzano, ma nulla sanno l’una dell’altro. Edward non conosce ciò che angoscia Florence, e lei non conosce l’ansia e l’impetuosa impazienza che ardono in un uomo innamorato. L’ordine però li risucchia: la promettente carriera per entrambi, il fidanzamento, poi il matrimonio, sicuramente dei figli in futuro. Tutto lecito, ma non per Florence, la cui diversità antica emerge prepotentemente durante la prima notte di nozze.
Il disgusto e la vergogna diventano rifiuto aperto verso quello che lei crede vera e propria violazione della sua padronanza di sé. Il sesso con suo marito, seppur legittimo, è il prezzo da pagare per ottenere una gioia che lei non desidera affatto ottenere. Solo pochi anni più tardi la rivoluzione sessuale libererà chi è come Florence ed Edward, ma loro sono nel posto giusto al momento non ancora giunto. La romantica distesa di ciottoli di Chesil Beach assiste al morire delle onde e del loro matrimonio non consumato. L’innocenza, l’ignoranza, la paura, fanno calare il sipario sul loro rapporto nascente.

“Chesil Beach” racconta il silenzio tra due innamorati, e dimostra come, anche quando è virtuoso e carico di rispetto, riesce a spegnere anche l’amore più grande.

Annunci

Read Full Post »